1924/1925

Presidente onorarioAlberto Bonacossa
Presidente effettivoAmbrogio Gobbi
AllenatoreLeonhard Quaglia
RuoloGiocatori
PEnrico Calcaterra, Gaetano De Luca, Massimo Maria Grego.
DEmilio Botturi, Guido Botturi, Ambrogio Gobbi (C), Guglielmo Jervis, Poli
ACella, Edoardo Piazza, Leon Quaglia, Luigi Redaelli, Emilio Sancassani, Reto Trippi, Decio Trovati.
Rinforzi: Blaine Sexton (London Lions), Guido Penchi (St. Moritz), Toni Morosani (Davos).

Il primo appuntamento importante della stagione prevede una partita con la Nazionale svedese di calcio, che il giorno prima ha giocato a Milano un’amichevole con l’Italia. Può sembrare strano, ma a quei tempi quasi tutte le squadre svedesi di calcio avevano una sezione di hockey e gli atleti che praticavano entrambi gli sport erano numerosi. Non essendoci avversari cisalpini, ai milanesi non restano che continui allenamenti e partite in famiglia, quindi nel periodo natalizio seguono tornei in Svizzera. Il più importante è la Coppa Spengler, ma il Milano è ancora acerbo e gli avversari, sul ghiaccio già da anni, hanno vita facile. Sempre nei Grigioni le cose vanno meglio nelle tre gare successive alla Spengler, ovviamente con avversari più abbordabili.

1924LuogoPartitaRisultato
17 novembreMilanoMilano-Svezia0-6
Torneo di St. Moritz
25 dicembreSt. MoritzLondon Lions-Milano14-2
26 dicembreSt. MoritzSt. Moritz-Milano4-1
Coppa Spengler
? dicembreDavosAkademischer Zurigo-Milano8-0
? dicembreDavosOxford Univ.-Milano15-0
31 dicembreDavosMadrid-Milano4-0
Il Milano alla Coppa Spengler, da sinistra in piedi: De Luca, Emilio e Guido Botturi, Trippi, Jervis, Decio Trovati e Sancassani. Inginocchiato: Grego.
1925LuogoPartitaRisultato
Coppa Cresta Palace
? gennaioCelerinaAkademischer Zurigo II-Milano1-0
? gennaioCelerinaZuoz-Milano3-3
Amichevole
? gennaioSt. MoritzAZS Varsavia-Milano3-2

In gennaio incontro clou della stagione con la Oxford University ed esordio tra i pali di Enrico Calcaterra, che sostituisce nel corso della partita Massimo Grego; il portiere titolare viene colpito da un disco su una guancia ed è costretto a lasciare il ghiaccio. Dopo una tournée nel Vallese e un’altra partita con il Villars arriva a Milano il Cortina per la prima edizione della Coppa Cinzano (a posteriori primo campionato italiano della storia). Il Milano vince facile, ma gli ampezzani sono ancora agli inizi. A questa competizione avrebbe dovuto partecipare anche il CPV Torino, ma a causa della mancanza di ghiaccio i piemontesi, a corto di allenamenti, danno forfait.

1925LuogoPartitaRisultato
14 gennaioMilanoMilano-Oxford Univ.1-11
Torneo Villars Palace
? gennaioVillarsVillars II-Milano0-11
? gennaioVillarsBellerive Vevey II-Milano2-8
? gennaioVillarsBellerive Vevey-Milano2-1
? gennaioVillarsVillars-Milano2-5
Amichevole
14 febbraioMilanoMilano-Villars1-2
Milano, 8 marzo 1925 – I edizione Coppa Cinzano (I° campionato italiano)
Milano-Cortina 9-0
Milano: Calcaterra; Decio Trovati, Trippi; Guido Botturi, Redaelli, Sancassani, Edoardo Piazza.
Cortina: L. Gaspari; E. Colli, Rinaldo Zardini; Zambelli, Roberto Zardini, Polloni, Tershak, De Zanna.
Reti: Decio Trovati 3, Guido Botturi 3, Redaelli 2, Sancassani. Arbitro: Emilio Botturi.

Ultime due amichevoli della stagione nel mese di marzo e, nonostante la sconfitta col minimo scarto per un’autorete, gran partita di chiusura contro il St. Moritz.

1925LuogoPartitaRisultato
22 marzoMilanoMilano-Zuoz8-2
29 marzoMilanoMilano-St. Moritz0-1
29 marzo 1925, Milano-St. Moritz; da sinistra: Redaelli, Decio Trovati, Quaglia, Guido Botturi, Sancassani, il viso di Edoardo Piazza e Jervis. Inginocchiato: Calcaterra.

I giocatori che nel corso dell’annata si sono meritati gli onori della cronaca sono Decio Trovati, Luigi Redaelli e Guido Botturi. Quest’ultimo contende a Decio Trovati la palma del migliore. E’ un italiano d’Argentina e ha imparato a pattinare al Palazzo del ghiaccio di Buenos Aires. Ha raggiunto a Milano il fratello Emilio, che in questa stagione ha giocato poco e si è dedicato alla dirigenza e all’arbitraggio.

stagione precedentestagione successiva