1955/1956

PresidenteCarlo Ostini
AllenatoreBilly Cupolo
RuoloGiocatori con almeno una presenza in prima squadra.
PVittorio Bolla.
DMario Bedogni, Aldo Federici, Umberto Gerli.
AGianpiero Branduardi, Tino Crotti, Billy Cupolo (C).
RinforziGiancarlo Agazzi, Franco Bollani, Bob Bragagnolo, Harold Schooley (Fiat Torino), Gianfranco Da Rin, Giulio Oberhammer (Cortina), Francesco Macchietto (Auronzo), Antonio Battisti (Latemar Bolzano), Toto Guccione, Gilberto Nardi, Ottavio Wild (Amatori Milano), Rino Alberton, Bernardo Tomei, Gino e Giovanni Furlani, Aldo Maniacco, Carlo Montemurro, Carmine Tucci (FISG), Ray Dinardo (Urania Ginevra).

Stagione totalmente condizionata dal torneo olimpico di Cortina; la Federazione ha deciso che non si giocherà il campionato di serie A. Per le squadre maggiori prevista in alternativa una competizione con in palio la Coppa Italia, ma alla fine non si disputerà nemmeno quella. La campagna acquisti del Milano è subordinata alle disposizioni della FISG che si accollerà le spese ingaggio di sei “italo”, questi potranno giocare a richiesta per qualsiasi club. Altro cruccio il passaggio di Giancarlo Agazzi al Fiat Torino. La dirigenza nerazzurra conferma Billy Cupolo, ma rinuncia a Beach e Hardy. Il bersaglio stagionale è la Coppa Spengler, la terza vittoria consecutiva assegnerebbe definitivamente il trofeo al Milano, a Davos si farà ricorso agli oriundi. Il solo acquisto è quello di Aldo Federici che è pur sempre un nazionale. Giancarlo Bucchetti ha lasciato l’hockey, vani i tentativi di convincerlo a continuare. Toto Guccione, pur restando un punto fermo della rosa, nonché probabile olimpico, viene tesserato dall’Amatori Milano, il campionato di Promozione si svolgerà regolarmente e l’Amatori punta come ogni anno alla vittoria. Franco Bollani ha seguito Agazzi a Torino, ma se ce ne sarà bisogno risponderà volentieri.

Giocatori a spese della FISG.EtàLuogo di nascita.
Rino Alberton19Milano
Bernardo Tomei22Sault S. Marie ON – Canada
Gino Furlani
Giovanni Furlani19Bolzano
Carlo Montemurro21New Liskeard ON – Canada
Carmine Tucci22Sault S. Marie ON – Canada

Il Piranesi riapre il 29 ottobre ospitando il primo allenamento dei probabili olimpici, subito impegnati in amichevoli sotto le insegne di una squadra denominata Selezione Azzurra. Il Milano Inter inaugura la stagione a La Chaux de Fonds partecipando alla Coppa Marvin. La Chaux de Fonds finalmente in LNA grazie all’allenatore-giocatore Ernie Domenico. In nerazzurro anche i sei “italo”.

1955La Chaux de F., Coppa Marvin – SemifinaliRisultato
5 novembreLa Chaux de F.-Bad Toelz9-3 (3-1; 2-2; 4-0)
L’Aja-Milano Inter5-3 (1-2; 2-1; 2-0)
Finale 3° posto
6 novembreMilano Inter-Bad Toelz5-4 (3-1; 1-3; 1-0)
Finale 1° posto
La Chaux de Fonds-L’Aja5-9 (1-5; 2-2; 2-2)
Milano Inter: Bolla (Bollani); Gino Furlani, Tucci; Montemurro, Bedogni; Federici, Crotti, Branduardi; Giovanni Furlani, Alberton, Tomei; Billy Cupolo, Guccione.
Da “Feuille d’avis de Neuchatel”.

Dopo il torneo di La Chaux de Fonds ritorno in Svizzera romanda: tre incontri in tre giorni. In calendario anche un match a Krefeld.

1955Partite amichevoli.Risultato
Neuchatel, 7 novembreNE Young Sprinters-Milano Inter6-2 (1-0; 3-0; 2-2)
Losanna, 8 novembreLosanna-Milano Inter4-8 (2-1; 0-4; 3-2)
Da “La Gazzetta dello Sport”.
1955Partita amichevole.Risultato
Ginevra, 9 novembreServette-Milano Inter 3-2 (1-2; 2-0; 0-0)
Articolo da “Le Journal de Genève”.

Grande sorpresa a Ginevra, in positivo per la squadra locale, ma in negativo per gli italiani: il Milano Inter è quasi la Nazionale. L’allenatore-giocatore del Servette André Girard e il rinforzo Bob Kelly (Ambrì Piotta) hanno giocato in modo superlativo, ma i ginevrini sono pur sempre un club di serie C (vinceranno il campionato). Altra sorpresa a Krefeld dove invece dei nerazzurri in pista scende L’Aja!

Da “La Gazzetta dello Sport”.

Il tempo di tornare a Milano e via per un’altra quaterna di partite: destinazione Francia e Germania.

1955Partite amichevoli.Risultato
Lione, 19 novembreSel. Francese-Milano Inter5-4
Lione, 20 novembreLione-Milano Inter4-5
Fussen, 23 novembreFussen-Milano Inter7-4
Norimberga, 24 novembreRiessersee SC-Milano Inter5-10

La decima partita della stagione è anche la prima al Piranesi. L’avversario è il Servette cha a Ginevra ha sorprendentemente battuto il Milano versione Nazionale. Anche in questa occasione continuano le prove in chiave Olimpiadi, oltre ai cinque italo confermati ci sono Agazzi (Fiat), Gianfranco Da Rin e Giulio Oberhammer (Cortina) e Francesco Macchietto (Auronzo).

Articolo da “Il Corriere della Sera”.

Appuntamento a Losanna per la Coppa Schaefer: Milano Inter detentore del trofeo. Rinforzi solo da Torino, con Agazzi c’è il canadese Bob Bragagnolo, allenatore-giocatore del Fiat. Vanta un’ottima carriera nelle minors nordamericane e negli ultimi anni ha prestato servizio in Europa (Losanna e Brighton Tigers); purtroppo non può giocare in Nazionale. In semifinale nuovo scontro con L’Aja YHC, formazione composta da un gran numero di canadesi, in pratica una finale anticipata.

1955Losanna – Coppa Schaefer – SemifinaliRisultato
10 dicembreL’Aja-Milano Inter3-2 sup. (0-1; 1-0; 1-1; 1-0)
Losanna-Ambrì Piotta 13-3 (4-0; 6-1; 3-2)
Finale 3° posto
11 dicembreMilano Inter-Ambrì Piotta6-3 (1-0; 2-1; 3.2)
Finale 1° posto
Losanna-L’Aja3-9 (1-2; 1-4; 1-3)
Articolo da “La Tribune de Lausanne”.
Articolo da “La Gazette de Lausanne”.

Tra allenamenti dei probabili olimpici, amichevoli e tornei la stagione continua. Ultimo test prima della Spengler la Coppa Hofstetter a Ginevra in ricorrenza del 50° anniversario dell’HC Servette. In nerazzurro Bollani, Agazzi e Schooley (Fiat Torino), Alberton, Montemurro e Giovanni Furlani (FISG) e Toto Guccione (Amatori Milano). Quattro gli effettivi: Gerli, Bedogni, Billy Cupolo e Crotti. Causa botta a una gamba nel corso della partita P.O. Azzurri-Selezione francese ancora precauzionalmente a riposo Federici; aveva saltato anche il torneo di Losanna.

1955Ginevra – Coppa Hofstetter – SemifinaliRisultato
17 dicembreServette-Milano Inter3-5 (0-0; 3-2; 0-3)
RCAF Flyers-Rotblau Berna13-3 (6-0; 4-1; 3-2)
Finale 3° posto
18 dicembreServette-Rotblau Berna15-1 (7-1; 5-0; 3-0)
Finale 1° posto
Milano Inter-RCAF Flyers7-4 (3-3; 2-0; 2-1)
Articolo da “Le Journal de Genève”.

Milano Inter a Davos, per conquistare definitivamente il trofeo serve il primo posto per la terza volta consecutiva. Impresa ardua, avversari degni della fama del torneo. Oltre al Davos che ha allestito una buona squadra, i campioni di Germania del Fussen e soprattutto la Stella Rossa di Brno campione di Cecoslovacchia. Ai nerazzurri avrebbero fatto comodo i canadesi dello scorso anno, ma la stagione anomala costringe il presidente Ostini & soci a puntare su giocatori attivi in Italia. Ad essi si aggiunge Aldo Maniacco italo-canadese di Sault S. Marie chiamato dalla Federazione per provare a colmare il deficit azzurro in chiave offensiva.

RuoloMilano Inter alla Spengler 1955Club
PVittorio BollaMilano Inter
DCarmine TucciFISG
DBob BragagnoloFiat Torino
DCarlo MontemurroFISG
DMario BedogniMilano Inter
AGiancarlo AgazziFiat Torino
ATino CrottiMilano Inter
AGianpiero BranduardiMilano Inter
ARino AlbertonFISG
ABernardo TomeiFISG
AAldo ManiaccoFISG
ABilly CupoloMilano Inter
JollyUmberto GerliMilano Inter
1955Davos, Coppa SpenglerRisultato
27 dicembreDavos-Milano1-1 (0-1; 1-0: 1-1)
Stella Rossa Brno-Fussen EV11-1 (1-0; 6-0; 4-1)

27 dicembre 1955; Davos-Milano Inter 1-1: spettatori a dir poco eroici.
28 dicembreStella Rossa Brno-Milano Inter6-2 (1-0; 2-1; 3-1)
Davos-Fussen EV5-3 (3-1; 1-1; 1-2)

Stella Rossa Brno-Milano Inter 6-2: Agazzi contrastato da un difensore ceco.
Articolo da “La Gazzetta dello Sport“.
30 dicembreFussen EV-Milano Inter6-4 (2-2; 3-1; 1-1)
Davos-Stella Rossa Brno3-8 (0-3; 1-2; 2-3)

Nell’ultima partita uomini contati; Giovanni Furlani, Tucci e Gerli non giocano. Agazzi, Bragagnolo e Billy Cupolo senza forzare per evitare infortuni, terminato il match i tre devono partire per Chamonix dove il Fiat è impegnato nella Coppa Dauphiné. Nerazzurri tartassati dagli arbitri; ultime tre reti tedesche subite in inferiorità numerica. Il capitano Billy Cupolo protesta e si becca dieci minuti di penalità. Branduardi, Agazzi, Alberton e Maniacco i marcatori della squadra italiana.

Stella Rossa Brno punti 6, Davos 3, Fussen EV 2, Milano Inter 1.

Il 3 gennaio allo stadio Olimpico il classico Cortina-Milano per “accontentare” i turisti. Dopodiché tutti i probabili olimpici a disposizione di Bibi Torriani che dovrà stilare la lista dei prescelti per i Giochi invernali. A conferma delle sue doti di cannoniere quaterna di Aldo Maniacco.

Articolo da “La Gazzetta dello Sport”.

Conclusi i Giochi olimpici, andata a monte la Coppa Italia e saltata una trasferta a Berlino Est il Milano Inter chiude l’atipica stagione incontrando nell’ordine Fiat Torino, Bolzano e Cortina. Tutte le squadre sono in realtà delle miste o giù di lì, ma così è stato per tutta l’annata. I nerazzurri hanno disputato 21 partite, di queste solo una al Piranesi: anche questo un record!

Articolo da “La Gazzetta dello Sport”.
Articolo da “La Gazzetta dello Sport”.
Cortina, 23 febbraio 1956 – Partita amichevole.
Cortina-Milano Inter 7-4 (4-1; 1-2; 2-1)
Cortina: Alverà; Tucci, Cella; Gaspari, Alberti; GF. Da Rin, G. Oberhammer, F. Macchietto; Furlani, Matous, L. Da Rin.
Milano Inter: Bolla; Federici, Dinardo; A. Battisti; Tomei, Maniacco, Alberton; Agazzi, Crotti, Wild; Nardi.
Reti: 1°t. 3’35” aut. Dinardo, 9’45” Tucci, 11′ F. Macchietto, 14’50” Maniacco, 16’30” Tucci. 2°t. 2′ G. Oberhammer, 9′ e 15’45” Tomei. 3°t. 2′ Crotti, 19’15” Furlani (porta vuota), 19’45” GF Da Rin (porta vuota).
Arbitri: Apollonio (Cortina) e Gerosa (Milano).
Da “La Gazzetta dello Sport”.
Classifica marcatori stagionali Milano Inter.Reti
Tino Crotti (17 presenze)12
Billy Cupolo (14), Aldo Maniacco (7), Bernardo Tomei (13)11
Rino Alberton (15)7
Gianpiero Branduardi (14)6
Giovanni Furlani (14)5
Giancarlo Agazzi (13)3
Carlo Montemurro (13), Carmine Tucci (11), Harold Schooley (2)2
Toto Guccione (6), Gianfranco Da Rin (1), Bob Bragagnolo (5)1
Mancano 23 reti: Sel. Franc. (4), Lione (5), Fussen (4), Riessersee (10)
Tino Crotti.
stagione precedentestagione successiva
Amatori Milano e Bocconi Milano